Omaggio a Jean-Marc Jacquier

Scomparso tristemente nel 2021, Jean-Marc Jacquier lascia un grande vuoto nel mondo della musica tradizionale alpina, che è stato il suo centro di interesse lungo tutta la sua articolata esistenza. Sin dagli anni ’70 si è occupato di registrare sul campo le tracce di un passato musicale che ancora oggi rende speciale questo luogo di montagna che sono le Alpi, e per dare lustro a queste ricerche fonda assieme ad altri talentuosi musicisti il gruppo La Kinkerne. La Valle d’Aosta è stata per lui una seconda casa, così in simbiosi con la sua amata Savoia, e sono innumerevoli le occasioni di intrecci musicali e di scorribande che si narrano con la complicità dei Trouveur Valdotèn, sin dall’epoca eroica dello spettacolo Musikalpina e del festival Musik’Alpes da lui diretto, che portava sul palco musicisti provenienti da tutto l’arco alpino. Anche il Centre d’Etudes Francoprovençales René Willien era un approdo sistematico per le sue ricerche e le sue divulgazioni, ed è proprio nel segno di questa plurima sinergia che si rende omaggio a Jean-Marc attraverso la mostra La Corda Froutéye, allestita a Saint-Nicolas all’interno del Musée Cerlogne, dove la sua Ghironda riposa accanto a tanti altri strumenti musicali da scoprire. I suoi amici di sempre saranno presenti ad ETETRAD per rendere omaggio al “Griot della Savoia” con semplicità : tante melodie e canti, e naturalmente un buon bicchiere di vino. “Tanque, Jean-Marc, a no revire!”

Tutti i Gruppi

Componenti

Info

Tutti i Gruppi